vacanze in italia

Itinerari in barca dall'Italia - Sardegna

Charter in barca a vela alla scoperta di arcipelaghi e Isole italiane

Yacht a motore e barche a vela con skipper o soluzione bareboat

Itinerari sulle coste italiane e tutto il Mediterraneo

Solo flotte e barche selezionate con i migliori skipper

Per informazioni e prenotazioni +39 06 98181706 - e-mail: info@italyyachtcharters.com

English vacanze in italia

Ricerca

Blog

Forum

Site Map

Contattaci Come prenotare Porti d'imbarco Barche Operatori

Sardegna - Itinerario

Richiesta Itinerari Destinazioni Home

vacanze in italia

vacanze in italia

vacanze in italia

vacanze in italia

vacanze in italia

vacanze in italia

vacanze in italia

vacanze in italia

vacanze in italia

Sardegna  
Porti per Sardegna
Cagliari
Cannigione
Marina di Stabia
Portisco
Porto Cervo
Porto Romano
Porto Torres
Roma
Scarlino
Stintino
 
Barche per Sardegna
Aladar (A vela - Max 10 P.)
Antheia (Yacht a motore - Max 6 P.)
Aragorn (Catamarano - Max 10 P.)
Benetnasch (Catamarano - Max 10 P.)
Blue Queen (A vela - Max 10 P.)
Comunque Vada (Yacht a motore - Max 12 P.)
Elune (A vela - Max 10 P.)
Friendship (Catamarano - Max 11 P.)
Giksy Blu (A vela - Max 8 P.)
Lobo de Mar (A vela - Max 10 P.)
Lucky Dad (A vela - Max 10 P.)
Luna Piena (A vela - Max 6 P.)
Miguel (Catamarano - Max 8 P.)
My Dream (Catamarano - Max 10 P.)
New 1 (A vela - Max 10 P.)
New 3 (A vela - Max 10 P.)
Oxigen (Yacht a motore - Max 8 P.)
Prendimi (A vela - Max 11 P.)
Sail Friendly (A vela - Max 10 P.)
Sail More (A vela - Max 10 P.)
Schatzli II (Caicco - Max 12 P.)
Scorpio (Caicco - Max 14 P.)
Simbad (Catamarano - Max 10 P.)
Splendida (Yacht a motore - Max 4 P.)
Tuscany (Catamarano - Max 10 P.)
Twin Blue (Catamarano - Max 10 P.)
 
Sardegna - Destinazioni
Alghero
Arbatax
Arzaghena
Baja Sardinia
Bosa
Budelli
Budoni
Cannigione
Caprera
Carloforte
Castelsardo
Dorgali
Golfo Pero
Isola dellAsinara
Isola San Pietro
Isola Santa Maria
La Maddalena
Liscia Ruja
Marmorata
Mortorio
Olbia
Palau
Porto Cervo
Razza di Giunco
Razzoli
Sant Antioco
Sinis Isola Mal di Ventre
Spargi
Stintino
Tavolara
Valledoria
Villasimius
 
 

La Sardegna è la secondaSardegna isola nel Mediterraneo per estensione. Grazie alla sua posizione geografica al centro del Mediterraneo è da sempre una delle mete preferite degli amanti delle vacanze in barca a vela. Il clima mite e temperato permette di allungare la stagione estiva da Aprile a Novembre. Sia che navighiate a vela o a motore, nel mare di Sardegna vi troverete immersi in brillanti acque color turchese. Sulla costa troverete rocce scolpite dal vento, spiaggie di sabbia finissima e bianchissima o di ciottoli rossastri, lagune dai colori mozzafiato. La natura inoltre, ancora selvaggia e incontaminata, è protetta da i suoi parchi nazionali: primi fra tutti l’Arcipelago della Maddalena, il Parco Nazionale dell’Asinara. Altro richiamo è la splendida Costa Smeralda, lussuoso luogo ormai leggendario ritrovo per i V.I.P di tutto il mondo. E poi una ricca gastronomia e magnifiche grotte e percorsi per il trekking non meno entusiasmanti delle sue coste: la sardegna é tutto questo e molto di piu per una vacanza in barca a vela da sogno.

Alghero
Alghero, un antico Algherofeudo genovese, fu colonizzata verso la metà del XIV sec. dai Catalani, che la soprannominarono "Barceloneta", la piccola Barcellona, dotandola di poderose fortificazioni che tuttora costituiscono la caratteristica del suo paesaggio. Di questa sua patria lontana, la bella cittadina sulla Riviera del Corallo conserva ancora oggi, dopo più di sei secoli, l'aspetto urbanistico, le architetture, il folclore popolare e la lingua, dai forti influssi catalani. Situata in un'incantevole posizione, con il suo porto ed il suo ampio golfo, Alghero è una delle città sarde di più consolidata ed efficiente tradizione turistica. La sua costa è ricca di calette solitarie raggiungibili esclusivamente in barca, piccole insenature orlate da fitte pinete, scogliere alte e frastagliate, bagnate da un mare verde smeraldo, mentre all'interno vigne rigogliose producono alcuni dei vini più rinomati della Sardegna. Tutto questo e molto altro fanno di Alghero una tappa importante per le vostre vacanze in barca a vela nel nord est della Sardegna.
Ulteriori informazioni per questa destinazione

Arbatax
Arbatax è un piccolo porto,Arbatax della regione dell´Ogliastra. Il centro della cittadina sorge alla base di Capo Bellavista, territorio ricco di una verdeggiante di macchia mediterranea; e famoso per le caratteristiche rocce rosse e gli ammassi di graniti porfirici, situati vicino al porto. In primavera vi è una vera e propria esplosione di colori con il contrasto delle rocce del promontorio e degli scogli, quello della bianca sabbia della spiaggia e delle limpide acque. A questo fanno da cornice naturale il panorama di monti circostanti, i più elevati dell´isola. Accanto al porto sorge poi una torre del ´600´; mentre sulla destra è situata una cava di porfido. Sul mare si staglia invece la famosa scogliera di porfido detta "rocce rosse" di Arbatax. Oltre questa si apre poi un passaggio scavato sulla roccia attraverso il quale si accede ad una spiaggetta ai piedi delle pareti rocciose. In lontananza, su una punta a Sud del promontorio, a 3 km di distanza, si trova poi la torre di S. Gemiliano. Tutto questo e l´ampia scelta di escursioni nelle zone dell'interno fanno quindi di Arbatax una zona balneare e di soggiorno molto gradevole perfetta per la vostra vacanza in barca a vela in sardegna.
Hotel e bed and breakfast a Arbatax

Ulteriori informazioni per questa destinazione

Arzaghena
Situata su di un colle,Arzaghena Arzachena è dominata ad Est da una enorme roccia granitica a forma di fungo chiamata 'Lu Monti Incappiddatu', e a Nord da un altro colle. In un'area geografica conosciuta con il nome di Gallura, posta nella parte Nord della Sardegna, Arzachena, insieme a Porto Cervo, è parte della Costa Smeralda, e comprende oltre ottanta chilometri di costa ricca di baie, insenature e spiagge, ben adatte agli amanti del mare e del relax: il paradiso di tutti gli amanti della barca a vela. Oltre alla bellezza naturale dei luoghi, Arzachena ha anche un piccolo patrimonio architettonico e culturale; la cittadina, infatti, ospita numerose chiese tutte da visitare: il Tempio Nuovo, la chiesa di Santa Lucia, la chiesa di Santa Maria della Neve, la chiesa di Santu Petru, la chiesa di Santa Lucia di l'Agliuledda, la chiesa di San Ghjuanni d'Alzachena, la chiesa di Santu Miceli Sanna, la chiesa di San Tummeu e la chiesa di San Giuseppe in Surrau. Oltre che dal mare, Arzachena è facilmente raggiungibile da Olbia che ospita un porto ed un aeroporto.
Ulteriori informazioni per questa destinazione

Baja Sardinia
Prima c'erano solo una spiaggia, Baja Sardinia detta Battistoni dal nome di un grosso custode delle fortezze militari poste sulle alture, e una chiesa campestre immersa nel verde, a due passi dal mare. Questa bellissima cala rappresentava un invito irrinunciabile a costruire un villaggio che, in armonia con l'ambiente, permettesse di godere la bellezza del posto anche a chi non fosse nato nei dintorni. Oggi Baja Sardinia è una delle mete preferite per i charter in barca a vela o a bordo di lussuosi yacht a motore. L'insediamento turistico che ne è risultato, nato in questi ultimi anni, non ha intaccato la bellezza della natura in cui è immerso ed ha lasciato intatti, anzi li ha resi più accessibili, i sentieri lungo costa per passeggiate in mezzo ai ginepri, al cisto, agli asfodeli svettanti. La strada che introduce al villaggio arriva fino alla spiaggia, ai suoi lati le villette si nascondono fra i giardini. Alberghi, market, bar, gelaterie, ristoranti e locali (aperti fino a tarda notte) accolgono i numerosi vacanzieri. Il panorama della zona che comprende anche le coste di La Maddalena, di Caprera e della Corsica, si può cogliere salendo su un vicino colle, detto anch'esso Battistoni. Per chi ama il trekking le cime di Tre Monti e il Forte Cappellini, sono un richiamo irresistibile.
Ulteriori informazioni per questa destinazione

Bosa
Situata nella valle Bosadel fiume Temo, ed unica cittadina fluviale della Sardegna, fu fondata dai fenici, in un territorio abitato da popolazioni nuragiche. Fu centro romano (col nome di Calmedia) e medioevale importante. L'antica cattedrale della diocesi di Bosa, la chiesa di S.Pietro, è tra le più significative opere romaniche dell'isola. L'abitato è dominato dal castello di Serravalle, costruito nel 1112 dai Malaspina, uno dei più interessanti esempi di architettura civile e militare in Sardegna; la cinta muraria attuale, le torri e la chiesa di Nostra Signora de Sos regnos Altos, sono quasi interamente derivate dalle modifiche operate nel '300 dagli Aragonesi. Di particolare interesse risulta il quartiere Sa Costa, accessibile solo a piedi, con la sua successione di viuzze, portici, slarghi, piazzette, rampe e scalinate. Da segnalare anche, per l'aspetto monumentale, il corso Vittorio Emanuele II e la settecentesca cattedrale dell'Immacolata. Bosa Marina è la propaggine costiera della città, con ampia spiaggia. A nord della foce del Temo si stende la parte più interessante del territorio di Bosa. Accessibile in parte con la strada panoramica per Alghero, è uno dei più integri ambienti naturali costieri dell'isola.
Ulteriori informazioni per questa destinazione

Budelli
L’isola di Budelli, nell'Arcipelago della Maddalena è famosa Budellisoprattutto per la sua splendida Spiaggia Rosa, una delle più belle dell’intero Mediterraneo, assolutamente da visitare per la grande quantità di foraminiferi ed altri microrganismi marini che, sminuzzati dalle onde e sparsi sull’arenile, conferiscono alla finissima sabbia un particolarissimo colore rosato, ben intonato anche alle rocce granitiche circostanti. Il rilievo più elevato dell’isola è il Monte Budello (m 88), che consente splendidi panorami sulle vicine isole di Razzoli e Santa Maria, sulle coste sarde e verso La Maddalena. Altre interessanti località di Budelli sono le spiagge di Cala Piatto, Cala Cisternone, Cala di Trana e Cala del Cavaliere. Quest’ultima, rivolta verso il canale Cecca di Morto o Porto della Madonna, formato da Budelli e dalle isole Santa Maria e Razzoli, offre ancora una volta un mare dall’ineguagliabile trasparenza.
Ulteriori informazioni per questa destinazione

Budoni
La Provicia di Nuoro Budonicomprende anche i territori dei Comuni di S.Teodoro e di Budoni all'estremo nord della Provincia. Si tratta di una regione particolarmente favorita dal punto di vista turistico, grazie alla vicinanza dell'aereoporto di Olbia e della Costa Smeralda. Budoni è un villaggio a economia prevalentemente agricola e turistica. Comprende le bellissime spiagge di Cala de Budoni, Tanaunella, Sant'anna, Ottiolu, Porto Ainuet. La bellezza incontestabile del paesaggio, la limpidezza e il colore turchese dei fondali marini, dove nel 1998 fu battuto il primato del mondo di immersione in apnea, e soprattutto un’attenzione particolare alle esigenze del turista con l’offerta di strutture ricettive di prim’ordine, hanno fatto di questo paese di appena 4000 abitanti d’inverno, uno dei luoghi di vacanza più ricercati anche e soprattutto epr gli amanti delle vacanze in barca a vela in Sardegna.
Ulteriori informazioni per questa destinazione

Cannigione
Cannigione è un posto Cannigionedavvero delizioso. Anticamente era un borgo di pescatori, ma con le note vicende della "Costa Smeralda" si è trasformato in meta turistica privilegiata da molti e punto di ritrovo grazie al suo porto, degli amanti delle vacanze in barca a vela in Sardegna. Ci sono tanti ristoranti dove si può mangiare del buon pesce fresco e gustare gli ottimi dolci sardi fatti ancora a mano. Tra il porto ed i pontili privati Cannigione può contenere circa 1000 posti barca. Tutti sono dotati di luce, acqua, ed ogni genere di "confort" per un buon ormeggio. Cannigione, inoltre, è uno dei principali punti di partenza per visitare "l'arcipelago de La Maddalena". Durante l'estate vi si organizzano inoltre caratteristici mercatini all'aperto.
Ulteriori informazioni per questa destinazione

Caprera
Caprera è una delle isole Caprerache compongono l'arcipelago di La Maddalena, di fronte alle coste della Gallura. Presenta un andamento costiero frastagliato e mosso. La parte orientale delle coste è particolarmente difficile da raggiungere perché schermata da una piccola catena di granito rosa. La zona costiera del versante orientale, fra l'altro, è molto scoscesa, ricoperta in parte da ginepri, lentischi ed altri esemplari tipici della macchia mediterranea. Verso occidente la pendenza lascia il posto a distese pianeggianti, anch'esse ricoperte di generosa macchia, dove trova spazio anche una vasta pineta. La natura selvaggia e immacolata dell'isola ha determinato, nel 1982, la dichiarazione di Riserva Naturale, seguita dal suo inserimento nel Parco Nazionale di La Maddalena. La particolare preziosità naturalistica e ambientale pone la maggior parte del tratto costiero orientale sotto un regime di tutela integrale (zona A), che vieta la pratica della pesca di fronte a Cala Coticcio e comprende anche l'area marina ad est di Punta Rossa e l'Isola Pecora.Caprera Caprera come tutto l'arcipelago della Maddalena è una della mete preferirite per una vacanza in barca a vela in Sardegna. La spiaggia di Cala Coticcio, sulla costa orientale dell'isola di Caprera, è ricoperta da una sabbia fine e candida, bagnata da un mare dalle mille vibrazioni turchesi e protetta da splendide sculture di roccia rosata, tra cui trovano spazio piante di ginepro, erica, cisto, lentisco. La straordinaria bellezza della spiaggia la rende molto frequentata dai bagnanti. Al largo emergono gli isolotti dei Monaci, il cui nome è l'alternativa al più poetico isolotti degli Sperduti di Caprera. La cala è sottoposta all'altissimo regime di tutela proprio della zona A del Parco della Maddalena: è consentita la balneazione, ma è severamente vietata la pesca.
Ulteriori informazioni per questa destinazione

Carloforte
La Città di Carloforte Carloforteè l'unico centro abitato dell'isola San Pietro. Senza ombra di dubbio può considerarsi un lembo di Liguria trapiantato in terra sarda. Pochi posti al mondo, lontani dalla loro madrepatria, hanno saputo conservare (per oltre 4 secoli) cultura, abitudini e dialetto della terra di origine, come a Carloforte. Questa peculiarità è motivo di interesse per molti studiosi, nazionali ed internazionali, di tradizioni popolari: in qualsiasi momento della giornata, si puo sentire risuonare allegro e totalmente immutato. Tradizionali canti popolari e antiche canzoni accompagnano e arricchiscono i festeggiamenti del 17 gennaio, 24 giugno, 29 giugno e 15 novembre. Antico di 200 anni è il ballo tipico "tabarkino", eseguito con un antico costume dai colori vivaci. Dal 1987 ha luogo al cine-teatro Cavallera un festival canoro in dialetto che rappresenta canzoni inedite, scritte per l'occasione da autori locali.
Ulteriori informazioni per questa destinazione

Castelsardo
Castelsardo, grazie alla Castelsardosua posizione geografica, al centro del Golfo dell'Asinara, è un punto di partenza ideale per escursioni in barca a vela o su lussuosi motor yacht nel nord Sardegna per la costa Smeralda o nell’arcipelago della Maddalena. Poco più di 35 Km separano Castelsardo da Porto Torres, da dove ci si può imbarcare per raggiungere e visitare il parco dell'Asinara. Circa 60 Km separano Castelsardo da Stintino e la bellissima spiaggia della Pelosa. Settanta Km è, invece, la distanza da Alghero e Capocaccia con le sue famosissime Grotte di Nettuno.
Dall'altro lato, a 70 Km, si raggiunge Santa Teresa di Gallura base per la Corsica o l'arcipelago del Parco della Maddalena. Ottantacinque, invece, sono i Km per raggiungere Palau, base per la Maddalena e Caprera e La Costa Smeralda.

Ulteriori informazioni per questa destinazione

Dorgali
Un'incredibile ricchezza Dorgali di paesaggi suggestivi caratterizza il vasto territorio (ben 225 Kmq) dove è immerso il centro di Dorgali, 387 m. di altitudine e circa 8000 abitanti. Una varietà dovuta alla felice posizione geografica, tra Baronia e Barbagia, vicino alla costa orientale e all'area del Supramonte, a metà strada tra il vasto altopiano di origine vulcanica, ricco di testimonianze archeologiche, e la valle del Cedrino, dove si estende il lago omonimo. Vero museo per gli aspetti geologici e botanici è il Supramonte: le bellezze naturali di questa area annoverano ontani, salici, lecci, ginepri, e ancora gole, scisti e graniti, doline, picchi inaccessibili. DorgaliSono famosi in particolare il tratto costiero, che si affaccia sul Golfo di Orosei, con le sue spettacolari falesie costiere che precipitano sul mare e le piccole spiagge irraggiungibili dall'interno, e la Gola di Su Gorropu, uno dei canyon più alti ed estesi d'Europa (le sue pareti calcaree raggiungono i 400 m.). Dal punto di vista archeologico, tutta l'area è interessata da tracce di antichi popoli di diverse culture: tra le più significative ci sono il villaggio nuragico di Tiscali, unico nel suo genere, rinvenuto all'interno di una dolina carsica e visibile grazie al crollo del tetto di una grotta del monte omonimo, e il villaggio di Serra Orrios, uno dei più importanti in Sardegna per lo stato di conservazione, con una settantina di capanne, e due tempietti a megaron. Una Natura spettacolare, un mare cristallino e una ottima gastronomia per le vostre vacanze in barca a vela in Sardegna.
Ulteriori informazioni per questa destinazione

Golfo Pero
A sud del promontorio Golfo Peroche forma l’insenatura di Porto Cervo, si apre l’ampia baia del Golfo Pero (questo è il vero nome, poi trasformato in “Pevero”); di fronte, le belle isolette Li Nibani, sempre popolate, come dice il nome, da numerosi stormi di gabbiani (li nibani in dialetto gallurese). Una fitta macchia mediterranea, che raggiunge quasi le dune della spiaggia del Pevero, ricopre completamente l’entroterra fino al promontorio del Monte Zoppu. Questa collina solitaria chiude a meridione l’ampia baia del Porto Li Nibani, insenatura dalle acque limpidissime culminante in una spiaggia, da cui si gode il suggestivo panorama delle prospicienti, omonime isolette. Non meno suggestiva è invece la vista dal mare per chi decidesse di venire a visitare la zona con uno dei nostri charter in barca a vela o a bordo di uno dei nostri lussuosi yacht a motore.
Ulteriori informazioni per questa destinazione

Isola dellAsinara
Collocata nel territorio Asinaradel comune di Porto Torres (SS), in Sardegna, l'Asinara è una delle più suggestive isole del Mediterraneo poiché ha mantenuto inalterato il proprio fascino naturalistico. La sua lunghissima destinazione a colonia penale ha, infatti, fatto sì che i suoi visitatori fossero numericamente limitati preservando, quindi, l'ambiente naturale. Dal 1997 è Parco Nazionale, meta consueta di brevi crociere lungo la costa. Chiamata dai Romani Aenaria Insula (Isola di Enea) ed Herculis Insula (di Ercole), oggi presenta un toponimo dalle incerte origini.
AsinaraAsinara potrebbe infatti derivare dal nome dell'asinello sardo, che qui si presenta albino e con gli occhi molto chiari; altra ipotesi è invece riferita al termine latino "sinuaria", che alluderebbe ad una costa modellata da dolci insenature. Nel lato orientale l'Asinara è infatti particolarmente ricca di spiagge e calette, come quelle di granito rosa, le Cale Scombro e Sant'Andrea. Nel versante occidentale, invece, alte coste presipitano sul mare: fra queste la più elevata è la Punta dello Scorno, il cui apice è segnalato da un faro. Il panorama è decisamente variegato e la presenza di un bosco di lecci nella Vallombrosa arricchisce la caratteristica vegetazione della macchia mediterranea, che presenta anche specie rare quali la Evax rotundata e la Nananthea perpusilla.

Ulteriori informazioni per questa destinazione

Isola San Pietro
Le coste dell'Isola San Pietrodi San Pietro, che si sviluppano per circa 18 km, sono per lo più rocciose nella parte occidentale, dove le carezze del mare e del vento hanno originato grotte, strapiombi e insenature naturali di suggestiva bellezza. Sono splendidi ed irripetibili esempi del laborioso ed estroverso gioco del mare; la grotta di Punta delle Oche, l'isolotto di Stea, la piscina naturale di Nasca, l'insenatura di Cala Fico, di Capo Sandalo, la piscina naturale del Troggiu, la grotta dei Colombi, la grotta degli Innamorati, il golfo e la grotta della Mezzaluna e le falesie delle Colonne. Le insenature di Calalunga, Memmerosso, Calavinagra e l'anfiteatro trachitico di Punta Grossa (La Conca), con l'unica spiaggia di questa parte di costa. Incastonata come una pietra preziosa, la Baia della Caletta, a guardia dei splendidi tramonti che temprano il cielo in un susseguirsi sempre vario, di luci e colori intensi, specialmente durante le ore del tramonto. La costa orientale si presenta bassa, rettilinea e sabbiosa, ricca di spiagge più o meno grandi come le Chinolle, la Bobba, Drafin, Lucchese, Guidi, Punta Nera, Gerin, Giunco, Canalfondo e Taccarossa.
San Pietro Si consiglia di effettuare il giro dell'isola in barca per apprezzare in tutto il loro splendore queste bellezze naturali. L'esclusivo carattere architettonico già differisce rispetto agli altri centri della Sardegna per la sua notevole integrità, riscontrabile subito, allo sbarco dai traghetti nel cuore del paese, con la sua passeggiata e il lungomare tipico delle città della riviera ligure. Da maggio a giugno , si può assistere alla spettacolare e antichissima mattanza del tonno, il complesso di reti, denominato Tonnara, è situato in prossimità della costa nord dell'isola, in località la Punta, nelle immediate vicinanze dell'isola Piana. L'Isola di San Pietro é ricoperta, quasi interamente, dalla verde macchia mediterranea che comprende nelle sue varietà: il mirto, il corbezzolo, il lentischio, il lillatro e l'erica. Le zone più aride e ventose sono il regno incontrastato del cisto, del rosmarino, dell'euforbia, delle ginestre spinose e delle palme nane. All'inizio della primavera tutta l'isola é un fiorire di fiori dai colori intensamente variegati, e dalle forme più svariate.San Pietro La flora presente sull'isola é ricca di circa 500 specie diverse, tra le quali possiamo anche ricordare una decina di specie di orchidee. Tra le specie che nidificano lungo le coste rocciose dell'isola troviamo: il Gabbiano Corso (Larus Audounii), la Berta Maggiore, la Berta Minore, i Piccioni selvatici, i Rondoni e i Cormorani. Altre specie come il Gheppio, la Poiana, l'Astore, il raro Falco Pellegrino e il Falco della Regina, hanno fatto sì che l'isola fosse battezzata dai romani "Accipitrum insula" (Isola degli Sparvieri).Queste colonie di falchi sono tra le più numerose del mediterraneo, osservate e sorvegliate con cura dalla locale sezione naturalistica della LIPU. Nelle zone umide dell'isola le saline, lo stagno di Punta Nera, lo stagno di Calavinagra, é facile osservare gli Aironi, l'ormai raro Cavaliere d'Italia, e nella sua leggiadra eleganza, il Fenicottero Rosa (Phoenicopterus Ruber).

Ulteriori informazioni per questa destinazione

Isola Santa Maria
Più verdeggiante delle altreIsola Santa Maria isole minori dell'arcipelago della Maddalena, Santa Maria è l'unica ad essere abitata (anche se quasi esclusivamente nella buona stagione): alcune villette sorgono infatti presso la spiaggia principale, sulla costa rivolta verso la Maddalena. Fra i punti più belli, sulla costa nord il Passo dello Strangolato, uno strettissimo canale che separa Santa Maria dall'isola La Presa, e su quella ovest il Passo degli Asinelli, che la separa invece dall'isola Razzoli. I fondali, nella zona, sono spesso molto bassi: se il livello del mare fosse inferiore anche di pochi metri, le isole di Santa Maria, Razzoli e Budelli formerebbero un'unica e più grande isola. Altre spiaggette si trovano a nord-ovest: la Cala Drappo e la Cala Tamerici. Sul lato meridionale, presso la bella Cala Santa Maria, si stende uno stagnetto perenne, detto Padule, dove sostano spesso numerose specie di uccelli palustri in migrazione.
Ulteriori informazioni per questa destinazione

La Maddalena
L‘isola della Maddalena Isola La Maddalenaha conservato il fascino di un antico borgo di pescatori. Nettamente contrastante con l‘artificialità degli insediamenti turistici delle coste sarde, le isole dell‘Arcipelago sono giunte fino a noi praticamente intatte. Il granito rosato, tinto da mille sfumature, emerge prepotente dalla macchia mediterranea profumata dal mirto, dal cisto e dal rosmarino che solo negli anfratti più nascosti diviene foresta; le spiagge sono candide o rosate e si immergono in acque cristalline ne fanno una delle mete preferite delle vacanze in barche a vela in sardegna. Qui in realtà a governare sono solo i venti e le furiose tempeste delle Bocche di Bonifacio che modellano le rocce e la vegetazione e per decenni hanno dosato i flussi turistici. Gli spettacolari panorami del parco sono in grado di affascinare chiunque, ma i naturalisti possono apprezzare decine di endemismi botanici: la lucertola di Bedriaga, le colonie di gabbiani còrsi dal becco color del corallo, le immersioni del marangone dal ciuffo, i conigli selvatici e le frotte di migratori in primavera e in autunno. Insomma un vero e proprio paradiso per gli amanti del turismo verde e delle vacanze in barca.
Ulteriori informazioni per questa destinazione

Liscia Ruja
Il tratto meridionale Liscia Rujadella Costa Smeralda comincia, oltre Romazzino, con l’ampia insenatura di Cala di Volpe, preceduta a nord dalle cinque belle spiagge di Capriccioli-La Celvia e dalla spiaggetta dell’Elefante. A sud dell’insediamento di Cala di Volpe, con le poche ville immerse nel verde ed il famoso omonimo hotel, s’incontrano prima la spiaggia Petra Niedda, quindi le tre spiaggette di Cala Petra Bianca, tutte raggiungibili con comodi sentierini che si snodano fra la fitta macchia mediterranea; ma la più bella spiaggia si trova nel limite meridionale dell’ampio golfo, ben protetta dal promontorio del Monte dell’Isola.
Ulteriori informazioni per questa destinazione

Marmorata
Davvero particolare è il trattoMarmorata di costa ad oriente di Santa Teresa, con la spiaggia di Porto Quadro, il promontorio di Punta Falcone, che rappresenta l’estremo limite settentrionale della Sardegna, e l’ampia baia della Marmorata con gli antistanti, omonimi isolotti. La spiaggia della Marmorata, considerata fra le più belle dell’isola, è un lungo e profondo arenile di sabbia finissima, le splendide acque verdi e turchesi della baia e l’ineguagliabile panorama con la maggiore delle due isolette La Marmorata; in questa (che nasconde alla vista l’altra isola) si possono visitare i resti di un’antica cava romana di granito.
Ulteriori informazioni per questa destinazione

Mortorio
Oltre il Porto Liccia Mortorioe la Punta Capaccia che lo limita a sud, si apre l’ampia Baia di Romazzino, con davanti una bella spiaggia dalle acque limpidissime. Poco più a sud s’incontra Piccolo Romazzino, un agglomerato staccato rispetto all’insediamento principale, sorto presso l’insenatura Lu Imbarcatoio; vi si segnalano alcune belle spiagge, circondate dai dolci profili di verdeggianti colline. Tra i due insediamenti, un tratto di strada litoranea molto panoramico per le affascinanti vedute sulle vicine scogliere e sulle isole di Soffi e Mortorio, consente di raggiungere con una breve deviazione il Portu di Li Coggi, la spiaggetta forse più bella della Costa Smeralda. Conosciuta anche come spiaggia del Principe, è decisamente da visitare, poiché le più entusiastiche descrizioni e le più spettacolari fotografie appaiono incapaci di comunicare l’incanto di questa splendida insenatura.
Ulteriori informazioni per questa destinazione

Olbia
Primo consistente Olbia insediamento umano nella costa est della Gallura, Olbia è la città più grande di quest'area. Dotata di un porto turistico e commerciale, oltre che di un aeroporto funzionale, Olbia è facilmente raggiungibile da mare e dal cielo. Dotata di una zona artigianale e industriale, il cuore di Olbia è rappresentato dal suo centro storico ricco di botteghe e piccoli ristoranti, centro vitale della cittadina. Bellissime le sue spiagge, a partire da quella nei pressi di Cala Sassari che segna l'inizio del litorale di Olbia. A poca distanza si trova il pozzo nuragico Sa Testa e la Punta di Filio. Da vedere la chiesa parrocchiale di San Paolo nella piazza Civita, e la chiesa di Simplicio in via Simplicio. Tra gli avvenimenti di maggior richiamo ci sono la festa principale di Olbia che è quella in onore di San Simplicio, detta 'Festa Manna', la sagra delle cozze e la Settimana del Folclore Internazionale con numerosi spettacoli musicali, teatrali e cinematografici.
Ulteriori informazioni per questa destinazione

Palau
Sviluppatasi per la sua posizione Palaustrategica, al confine tra l'arcipelago della Maddalena e la via verso Sassari. Il cuore storico di Palau si sviluppa lungo via Nazionale. Si potranno visitare la chiesa della Madonna delle Grazie, il Palazzo Fresi, le tombe dei giganti, la Tomba dei Giganti di 'Li Mezzani', il Nuraghe Luchìa e la Tomba dei Giganti di Saiacciu. Dal centro abitato di Palau si accede facilmente alla spiaggia di Punta Nera, mentre nei dintorni si potranno raggiungere cale e spiagge di rara bellezza: nel tratto compreso tra la Rada di "Mezzoschifo" e la foce del fiume Liscia ci sono la spiaggia della "Sciumara", "Punta Sardegna", la "Cala di Trana" e la spiaggia di "Porto Pollo". Dalla "Cala Casotto" fino al "Golfo delle Saline" si raggiungerà il "Forte dello Stintino", la spiaggia di "Cala Capra", la spiaggia del Golfo delle Saline e la spiaggia di "Vena Longa". Tra le manifestazioni culturali da notare la festa di Santa Maria delle Grazie, la festa di Sant'Antonio e le competizioni annuali di windsurf.
Ulteriori informazioni per questa destinazione

Porto Cervo
Con la nascita della Costa Smeralda Porto Cervoad opera del principe Karim Aga Khan, che qui volle creare un territorio esclusivo per i vertici dell'alta società internazionale, Porto Cervo ne divenne la capitale. Il cuore della mondanità di Porto Cervo è il villaggio nei pressi del Porto Vecchio con la "piazzetta", la lunga "passeggiata" e il "sottopiazza". Shopping, boutiques e ristoranti di lusso sono consuetudine a Porto Cervo. Interessante da vedere è il porto turistico, dove al suo ingresso si potrà ammirare lo scafo di Azzurra, finalista dell'America's Cup del 1983. Di grande fama è lo Yacht Club, punto di riferimento per tutti gli yacht più belli del Mediterraneo. Non a caso, Porto Cervo ha ospitato tra le più belle competizioni veliche internazionali come la Sardinia Cup, la Swan Cup, il Veteran Boat Rally e il Maxi Yacht Rolex. Nei dintorni di Porto Cervo si potranno raggiungere suggestive spiagge come la "Spiaggia del Pevero", la "spiaggia di Pedra Bianca", "Pietra Niedda", "Cala Liscia Ruja", "Punta Capricciosi" e "Portu Li Coggi".
Ulteriori informazioni per questa destinazione

Razza di Giunco
La parte più meridionaleRazza di Giunco della Costa Smeralda, che comincia come detto con l’ampia baia di Cala di Volpe, oltre che ripetere inalterate le caratteristiche naturali ricorrenti in questo straordinario tratto della costa sarda, presenta la particolarità di un’alta concentrazione di spiagge: sono addirittura sedici, in meno di cinque chilometri di litorale. Le ultime cinque spiagge si aprono nella Cala Razza di Giunco e sono abbastanza diverse fra di loro, anche se accomunate dallo splendido mare cristallino che le bagna. Da segnalare, in particolare, a ridosso della seconda e della terza cala, la presenza di stagnetti retrodunali, sempre incorniciati da una bella vegetazione di piante palustri, e circondati dalla fitta macchia mediterranea. Si tratta di spiagge meno frequentate in quanto non facilmente raggiungibili via terra, ed anche abbastanza lontane dai principali approdi della costa; non è raro quindi poterne godere da soli o con pochi altri fortunati estimatori di questa natura stupenda sempre che vi si giunga in barca.
Ulteriori informazioni per questa destinazione

Razzoli
Fra le isole dell'ArcipelagoRazzoli della maddalena, in Sardegna Razzoli è senz'altro la più scoscesa ed accidentata, e per questa sua caratteristica offre i più interessanti esempi di formazioni granitiche, che in molti tratti della costa assumono forme definibili davvero “artistiche”. Il migliore accesso è costituito dalla Cala Lunga, una piccola valle sommersa in cui il mare s'insinua, con splendide colorazioni, fra una selva di spuntoni rocciosi variamente plasmati dall'erosione. Il punto più elevato, verso la costa meridionale, è rappresentato dal Monte Cappello (m 65), raggiungibile con una breve e non difficile arrampicata, per godere alcuni indimenticabili panorami sull'arcipelago e sui profili granitici delle isole sottostanti. Uno dei punti veramente straordinari di Razzoli è ad esempio la Cala del Rosario nella costa settentrionale, con le sue incredibili rocce. Inoltre, un'antica mulattiera che parte da Cala Lunga porta al notevole edificio del faro, consentendo una passeggiata comoda e piacevolissima nella natura selvaggia nel cuore dell'isola. Come da tutte le altre alture dell'arcipelago, dal faro di Razzoli sono ben visibili il profilo e gli alti monti della Corsica, che appare vicinissima, con le isole Lavezzi e Cavallo. Una deklle tappe da non perdere per delle indimenticabili vacanze in barca a vela in Sardegna nell'arcipelago della Maddalena.
Ulteriori informazioni per questa destinazione

Sant Antioco
L'isola Sant'Antioco Sant'Antiocoè situata nella parte sud-occidentale della Sardegna, collegata con un comodo ponte, spiagge incantevoli, calette con ciottoli dai mille colori, fondali limpidi e pescosi, sole ed aria pura fanno di questa isola uno dei paradisi naturali della Sardegna. Sant' Antioco stende le sue coste in un mare incontaminato il Golfo di Palmas. Il mare, cristallino, è ricco di vita e pescosissimo, con fondali davvero unici in tutoo il mediterraneo. L’economia di Sant’Antioco è piuttosto varia, infatti và dall’attività portuale e ittica a quella dell’artigianato e della produzione viticola, al remunerativo turismo balneare. Il paese offre dunque ai visitatori un mare splendido, la calda ospitalità sarda e soprattutto specialità tipiche del luogo che delizieranno il palato anche dei più esigenti. Insomma, L'isola di sant'Antioco rapppresenta una vacanza da non perdere per gli intenditori delle vacanze in barca a vela nella Sardegna “per gli intenditori”.
Ulteriori informazioni per questa destinazione

Sinis Isola Mal di Ventre
L'isola di Mal di Ventre Mal di Ventre è un'isola dall'aspetto uniforme, ricoperta di cespugli ed abitata da conigli ed uccelli marini. La sua particolarità è data dalla costituzione geologica: è infatti composta da roccia granitica, a differenza della prospiciente costa sarda, che è invece composta da roccia calcarea. Le spiagge di quest 'isola sono molto belle, con acque trasparenti, soprattutto sul lato orientale rivolto verso la Sardegna. Una passeggiata lungo la riva consente di scoprire angoli incantevoli, con piccole spiaggette in cui l'indescrivibile trasparenza ed il colore ceruleo delle acque sono dovuti alla sabbia, formata da granuli traslucidi, identica a quelli della spiaggia. Diversi sono i percorsi proponibili, con immersioni di superficie o più profonde, alcuni già assai conosciuti. I fondali comprendono tre diverse unità ambientali ben identificate. La prima, che possiamo incontrare in zone poco profonde, è formata da fondali uniformi costituiti da sabbie litiche o di origine organica con qualche isolato affioramento granitico.

Mal di Ventre La Posidonia cresce sulla sabbia formando estese praterie, scende tra terrazze, guglie di granito e grotte frequentate da cicale, aragoste e corvine. A profondità maggiori una seconda unità ambientale è costituita da grandi vasche che si alternano ad un paesaggio caratterizzato da blocchi di coralli. Infine incontriamo un ambiente particolare in zone mediamente ancora poco profonde. Falesie di granito, anfratti, vasconi di sabbia, canali d'erosione, movimentano il paesaggio. Elevata la trasparenza dell'acqua. Non mancano le alghe, mentre la Posidonia attecchisce nelle tasche sedimentarie coralligene. Vale certamente la pena di inserire questa tra le tappe di un charter in barca a vela o in catamarano realmente alternativo a quello classico della Costa Smeralda o dell’ Arcipelago della Maddalena, per chi vuole conoscere un altro volto della Sardegna, una occasione da non perdere per i veri amanti della Sardegna più nascosta e selvaggia.

Ulteriori informazioni per questa destinazione

Spargi
Spargi è forse la più bella Spargifra le isole minori dell'Arcipelago della Maddalena. Raggiunge la massima elevazione nel panoramicissimo Colle Guardia Preposti (m 155), e rivela nell'insieme un aspetto decisamente aspro, montuoso e selvaggio. Le coste sono generalmente alte e rocciose, con belle formazioni granitiche che si riflettono nelle placide acque delle principali insenature. Le numerose cale, rese particolarmente spettacolari dalla trasparenza dei fondali e dall'incombente massa delle scogliere granitiche, ricoperte da folta vegetazione, sono impreziosite da incantevoli spiagge di sabbia finissima bagnate da un mare dagli indescrivibili colori. Le più belle si trovano lungo la costa meridionale (Cala Corsara) e quella orientale (Cala Soraia, Cala Granara, Cala Conneri ), mentre la costa occidentale, piuttosto accidentata, presenta scogliere e ammassi granitici, erosi nelle più strane fogge dagli agenti atmosferici. Nella costa nord, sono imponenti ed affascinanti anche le fortificazioni abbandonate della Seconda Guerra Mondiale. L'isola, come tutte le altre dell'arcipelago, durante la stagione estiva è meta di molti visitatori provenienti da Palau, Santa Teresa e La Maddalena.
Ulteriori informazioni per questa destinazione

Stintino
Nata quando l'Asinara Stintinodivenne Lazzaretto e poi Colonia Penale, grazie ai personaggi dell'elite di Sassari, Stintino è divenuta negli ultimi venti anni una meta turistica molto nota, considerata oggi una delle stazioni balneari più importanti che ci sono nella costa settentrionale della Sardegna, meta tra le preferite per le vacanze in barca a vela. L'accesso a Stintino è infatti consentito solo con le imbarcazioni, mentre prima del paese si può ammirare lo stagno di Casaraccio, sito naturalistico di grande importanza.
StintinoA Stintino è interessante visitare l'area che si sviluppa intorno al vecchio porto poiché conserva ancora il cuore antico del borgo originario. Da visitare inoltre il Museo della Tonnara. Il litorale di Stintino è molto ambito dai bagnanti perché oltre ad essere un vero paradiso di mare con acque cristalline, ha anche un fondale molto basso che consente il bagno a pelo d'acqua. La spiaggia più frequentata è certamente la spiaggia della Pelosa, dove a poca distanza sorge l'antica Torre dell'Isola Piana, dal nome dell'isolotto sul quale sorge. La Spiaggia della pelosa è considerata per limpidezza delle acque la spiaggia piu bella d'Italia.

Ulteriori informazioni per questa destinazione

Tavolara
Allungata e stretta, Tavolaradifficilmente accessibile da ogni parte a causa della particolare e poderosa dorsale calcarea che la forma, l’isola Tavolara condiziona, col suo caratteristico profilo, il paesaggio dell’intera costa nord-orientale della Sardegna. Nel settore settentrionale vegeta ancora una fitta macchia mediterranea, punteggiata da isolati esemplari di leccio, acero e grandi ginepri che dovevano originariamente ricoprire di fitte foreste tutta l’isola. L’unico versante facilmente accessibile è quello occidentale, che si protende verso la Sardegna con la lingua granitica e sabbiosa dello Spalmatore di Terra. Tavolara è una tappa doverosa per ogni charter in barca a vela in Costa Smeralda che si rispetti.
TavolaraLa circumnavigazione dell’isola è veramente uno spettacolo notevole, si naviga sempre dominati dalla sua alta cresta calcarea, che raggiunge i 564 metri nella Punta Cannone. La costa meridionale dell’isola si presenta infatti come una bastionata calcarea, con impressionanti serie di grandi fratture e fenomeni erosivi. Nella costa orientale si segnalano il maestoso arco detto di Ulisse, la Grotta del Papa (ha questo nome per una vicina roccia dalla caratteristica forma). Si tratta in definitiva di un paesaggio molto ravvicinabile a quello del Golfo di Orosei (che s’incontra molto più a sud): l’origine geologica di queste due aree infatti è simile.

Ulteriori informazioni per questa destinazione

Valledoria
Immerso lungo la costa Valledoriadella Sardegna settentrionale, il comune di Valledoria è adagiato al centro di una bellissima vallata scavata dal passaggio del fiume Coghinas, circondata da colline che ne chiudono dolcemente i contorni e si inserisce a pieno titolo all’interno delle bellezze naturali che si affacciano sul Golfo dell’Asinara, in una posizione ideale per raggiungere con facilità le più famose località circostanti: Castelsardo, Baia delle Mimose, Isola Rossa e Costa Paradiso. Navigando verso est si può inoltre raggiungere in pochissimo tempo l'arcipelago della Maddalena e la Costa Smeralda, navigando ad ovest si può visitare,la zona di Stintino, Alghero e Capo Caccia con le sue famose Grotte di Nettuno. Tra gli altri interessanti siti si segnalano la Foresta pietrificata, il nuraghe Leni, le terme di Casteldoria e le rovine dell'omonimo castello dell'XII secolo. Il suo litorale è formato da spiagge di sabbia finissima, molto lunghe e varie, ampi tratti di rocce che si intercalano a dune sabbiose che si infrangono su un mare ancora incontaminato e dai fondali multicolori. Le zone turistiche del comune dove si riversano più turisti sono: La Muddizza, San Pietro, Baia Verde, Maragnani e La Ciaccia.
Ulteriori informazioni per questa destinazione

Villasimius
Villasimius, un vecchiovillasimius paese di pescatori, si è sviluppato negli ultimi trent'anni in un importante centro turistico del sud est della Sardegna. Il suo fascino speciale e la natura che lo circonda, montagne, mare e isole, ricordano spesso la Costa Smeralda. Villasimius è un centro turistico che offre una vasta scelta di alberghi, ristoranti, pizzerie, bar e negozi. In questi ultimi si possono comprare anche prodotti locali artigianali. La sua vita si svolge in gran parte durante la stagione estiva, durante l'inverno invece rimane un pò più abbandonato, senza che perda però la sua attrattiva. Vi si trova anche un porto turistico ben attrezzato di nuova costruzione, che permette di partire in yacht o in barca a vela per esplorare le coste del territorio con le sue bellezze naturali. La vita di notte è molto movimentata, con i diversi bar al centro del paese, discoteche e club.
Ulteriori informazioni per questa destinazione

 
Richiesta per questo itinerario

Potete inviare da qui una richiesta per questo itinerario.

italy accommodation

italy accommodation

Nome

Cognome

 

 

Indirizzo e-mail

 

italy accommodation

italy accommodation

Altri itinerari
Arcipelago della Maddalena
Arcipelago Toscano
Capo Verde
Caraibi
Cilento
Cinque Terre
Costa Azzurra
Costa Smeralda
Costiera Amalfitana
Croazia
Crociera Blu
Crociera dei Tre Parchi
Dodecaneso
Golfo dei Poeti
Golfo di Saronico
Isole Cicladi
Isole Egadi
Isole Eolie
Isole Flegree
Isole Grenadine
Isole Ioniche
Isole Pelagie
Isole Pontine
Isole Vergini Britanniche
Montenegro
Riviera di Dubrovnik
Riviera di Sebenico
Riviera di Spalato
Riviera Ligure
Sardegna del Nord
Sulle Rotte degli antichi popoli del mare
Tour della Corsica
Versilia
 
 

 


Ricerca | Blog | Forum | Site Map | Contattaci | Come prenotare | Porti d'imbarco | Barche | Operatori | Richiesta | Itinerari | Destinazioni | Home

Con Italy Yacht Charters potet prenotare barche a vela, barche a motore oppure catamarani in Italia. Yachts da standard al lusso con equipaggio/skipper oppure con formula bareboat. Un modo diverso di scoprire le meraviglie d'Italia con servizi personalizzati ed affidabili.
Italy Yacht Charters © 2010 Duende S.r.l.

vacanze in italia

Valid HTML 4.01 Transitional Valid CSS!